Prurito: che cosa lo può provocare, come si controlla e quando è spia di problemi seri


09 Dec 2019 12:31 Rassegna stampa


“Tutti, prima o poi, nel corso della nostra vita, abbiamo a che fare con questo disturbo - esordisce Piergiacomo Calzavara Pinton direttore dell’Unità di Dermatologia degli Spedali Civili di Brescia e past Presidente di SIDeMaST, la società italiana di Dermatologia -.

Ci sono cause esterne, dermatologiche o interne, ma c’è anche un prurito che apparentemente non ha una causa”.

Lasciamo per un momento da parte le cause esterne come le punture di insetti, e concentriamoci sulle cause dermatologiche.

Cioè su quelle malattie della pelle che hanno come sintomo il prurito.

“Spesso il prurito è associato ad arrossamento, papule, pustole, pomfi .

E la presenza di queste ultime sarà utile al dermatologo per formulare una diagnosi” precisa Calzavara.

Stiamo parlando di patologie note come dermatite atopica (o anche eczema), psoriasi, orticaria, lichen, pemfigo (il capostipite di certe malattie bollose degli anziani).

“La dermatite atopica colpisce il 20 per cento dei bambini e il 10 per cento degli adulti - continua Calzavara Pinton. -

La psoriasi, d’altra parte, interessa il 3-4 per cento della popolazione.

L’orticaria è frequentissima, spesso di origine allergica. E infine c’è il prurito senile, diffusissimo”.

Spesso le persone di età avanzata hanno una pelle molto secca e manifestano questo sintomo soprattutto d’inverno.

L’unica terapia, in questi casi, è ricostituire le difese della cute, soprattutto ‘ingrassandola’, cioè usando prodotti capaci di restituire il film lipidico di protezione che la pelle normalmente ha.

Al contrario, continui lavaggi con l’acqua possono peggiorare la situazione.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Ti è piaciuto questo contenuto?

Approfondimenti

FonteCorriere della sera
Titolo originalePrurito: che cosa lo può provocare, come si controlla e quando è spia di problemi seri
AutoriAdriana Bazzi
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati psoriasi pelle dermatite atopica orticaria prurito pemfigo

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.