Brexit, anche la Fda si sposta da Londra ad Amsterdam


20 Feb 2019 01:51 Rassegna stampa


Anche la Fda si sposta da Londra ad Amsterdam, o almeno queste sono alcune indiscrezioni che arrivano dagli uffici di rappresentanza europei della Food and drug administration. Il motivo dietro questa decisione sarebbe quello di mantenere rapporti molto stretti con i partner del Vecchio continente e quindi seguire il destino di Ema verso l’Olanda.

Partnership e sedi locali

“Per mantenere un ufficio sia a Bruxelles che a Londra (o eventualmente Amsterdam) dobbiamo mantenere le collaborazioni con le altre agenzie regolatorie europee”, hanno dichiarato Anna Abram e Mark Abdoo della Fda. I contatti diretti con gli altri soggetti regolatori mondiali è una delle priorità della Fda. Le autorizzazioni, i controlli e i confronti oltreoceano solidificano le sinergie per regolamentare il mercato dei farmaci e dispositivi medici. Nel 2008 è stato aperto il suo primo ufficio a Pechino per poi arrivare a Nuova Delhi. In Europa poi è Bruxelles la sede principale anche se era quella londinese la deputata ad avere i rapporti con l’ente di Guido Rasi.

Fda a Milano?

Ma se Milano avesse vinto contro Amsterdam nel famoso ballottaggio di novembre 2017, sarebbe stato possibile avere uffici Fda in Italia? Una suggestione non da poco. Anche perché qualche ricaduta positiva sull’occupazione, seppur non di impatto come Ema, ci sarebbe comunque stata. In India ad agosto 2018 l’autorità ha assunto 19 persone. Quattordici americani (sei già lavoravano in loco) e cinque locali indiani. Stessa cosa in Cina dove gli assunti sono stati 20. Altri uffici, soprattutto per il controllo degli alimenti provenienti dal Sud America e diretti negli States sono a Città del Messico, San Jose (Costa Rica) Santiago del Cile. Ma quale impatto avrebbe avuto l’apertura di un ufficio Fda all’ombra della Madonnina? Certamente minore rispetto a quello che avrebbe avuto l’Agenzia europea dei medicinali, almeno da un punto di vista economico. Ben altro discorso per il prestigio considerando la presenza dell’Efsa nella vicina Parma. Ecco l’Efsa, appunto. La vulgata italica ha premuto tanto in fase negoziale sulla possibilità di creare una Fda europea (agenzia medicinali insieme a quella della sicurezza alimentare) aprendo magari alla possibilità di avere, sempre a Milano, uffici (seppur di rappresentanza) della vera Fda. Insomma due Fda in un colpo solo?

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteAboutpharma
Titolo originaleBrexit, anche la Fda si sposta da Londra ad Amsterdam
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati AIFA FDA

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.

Ti è piaciuto questo contenuto?