Sarcoidosi: attenzione ai sintomi su polmoni e pelle


15 Jan 2020 03:52 Rassegna stampa


I sintomi della sarcoidosi sono diretta conseguenza dell’organo colpito: spesso è il polmone ad essere interessato oppure la pelle.

Ci sono i casi in cui la malattia è asintomatica e la si scopre, quasi per caso, facendo una radiografia al polmone.

Altri in cui la patologia irrompe con tutta la sua veemenza: febbre alta, linfonodi ingrossati, una forte tosse e macchie sulla pelle.

Nel centro del Niguarda dedicato alla cura della sarcoidosi vengano seguiti oltre 200 casi l’anno: in buona percentuale si tratta di malati complessi che arrivano anche da altri ospedali del territorio nazionale.

La patologia è nota da oltre un secolo ma ancora non se ne conosce la causa.

È associata ad un’anomala risposta immunitaria con tendenza a formare un granuloma o più in vari organi del corpo, ma gli stimoli che possono causare questo tipo di reazione infiammatoria non sono noti.

Sintomi comuni sono le manifestazioni che interessano la pelle, sarcoidosi cutanea con cute arrossata, e articolari che sono dolenti e ingrossate.

Spesso sono presenti sintomi del tutto aspecifici come una leggera febbre persistente e perdita di peso.

In alcune forme può essere interessato l’apparato cardio-circolatorio, in questi casi si parla di sarcoidosi cardiaca.

È una patologia diffusa in modo ubiquitario, anche se la sua incidenza può variare molto fra un Paese e l’altro.

Maggiormente interessati dalla malattia sono i Paesi caratterizzati da clima freddo come, per esempio, l’area scandinava e l’Irlanda, mentre in quelli a clima temperato l’incidenza è decisamente più bassa; se in Svezia si registrano oltre 60 casi ogni 100.000 abitanti, in Italia si scende a 10 casi ogni 100.000.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteCorriere Nazionale
Titolo originaleSarcoidosi: attenzione ai sintomi su polmoni e pelle
AutoriCornaz
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati pelle sarcoidosi

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.

Ti è piaciuto questo contenuto?