Riprogrammare le cellule della pelle per combattere il cancro?


09 Jan 2019 09:55 Rassegna stampa


Senza i linfociti T, responsabili della lotta contro le cellule estranee al nostro corpo, siamo vulnerabili alle malattie. I linfociti T tuttavia si basano sulle sentinelle del sistema immunitario, le cellule dendritiche, per cercare e marcare ogni potenziale minaccia. Per la prima volta, un gruppo di ricercatori svedesi della Lund University ha sviluppato un processo per convertire le cellule della pelle umana in linfociti T (le sentinelle del sistema immunitario), che potrebbe portare a minimizzare i rischi quando si utilizza l'immunoterapia.

Combattere il cancro utilizzando il sistema immunitario del corpo umano non è un'impresa facile. C'è la possibilità che il corpo umano possa rifiutare completamente il trattamento. Creando cellule immunitarie dal corpo di un paziente, le possibilità di rigetto si riducono drasticamente. Il processo, chiamato riprogrammazione diretta, è stato recentemente pubblicato sulla rivista Science Immunology.

Le cellule riprogrammate non sono solo in grado di allertare il sistema immunitario della presenza di cellule tumorali, ma possono anche essere predisposte dai ricercatori per cercare obiettivi specifici prima di essere introdotte nel corpo.

L'immunoterapia cellulare è un'opzione relativamente recente di trattamento per il cancro e capire meglio il complesso funzionamento del nostro sistema immunitario potrà aiutarci a restare in salute più a lungo. Lo studio contribuirà a migliorare le opzioni di trattamento e molto probabilmente ad aprire nuove vie sulla ricerca nel campo dell'immunoterapia.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

Fontelswn.it
Titolo originaleRiprogrammare le cellule della pelle per combattere il cancro?
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati cancro

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.

Ti è piaciuto questo contenuto?