Fascicolo sanitario elettronico, nuova raccomandazione dell’Ue


22 May 2019 09:59 Rassegna stampa


Nuova Raccomandazione dell’Ue sul fascicolo sanitario elettronico e la sua entrata in tutti gli Stati membri: la Commissione europea ha sollecitato l’adozione di un formato europeo di scambio dei fascicoli sanitari informatizzati. Questa Raccomandazione si inserisce nell’ambito della normativa europea sulla sanità transfrontaliera, che stabiliva, tra l’altro, le regole per il reciproco riconoscimento delle ricette mediche.

E segue la pubblicazione del rapporto sullo stato di attuazione della Direttiva n. 2011/24, del 29 gennaio 2019. Il sistema comporta numerosi vantaggi. Dal miglioramento della qualità delle cure ai pazienti, alla riduzione dei costi sanitari passando per il sostegno alla modernizzazione dei sistemi sanitari. Al momento, in ciascun Stato membro vengono utilizzati formati e norme relative alla registrazione, al recupero e alla gestione dei fascicoli sanitari, diversi. Un dedalo di incompatibilità che rende impossibile l’interoperabilità. Il nuovo formato dovrà rispettare alcune caratteristiche: registro del paziente, prescrizione/dispensazione elettronica, risultati di laboratorio, lastre mediche e relativi referti, relazioni di dimissioni ospedaliere.

Ciascuno Stato membro è inoltre invitato ad istituire una rete nazionale di e-health che coinvolga rappresentanti delle autorità sanitarie nazionali, e soggetti competenti in ambito di salute digitale. Da non trascurare la sicurezza delle reti e dei sistemi di informazione e della protezione dei dati personali.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteAboutpharma
Titolo originaleFascicolo sanitario elettronico, nuova raccomandazione dell’Ue
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati registro

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.

Ti è piaciuto questo contenuto?