UK, approcci troppo variabili al melanoma: varate nuove linee guida dal Nice


10 agosto 2015 - 06:51Rassegna stampa


Il National health system (Nhs) britannico si è appena dotato di nuove linee guida per la diagnosi e il trattamento del melanoma cutaneo. Il documento è stato redatto dal Nice (National institute for health and care excellence) con la speranza che le nuove indicazioni mettano fine a un'eccessiva varietà di approcci nella diagnosi e nella terapia della malattia,

Nel 2012 il Regno Unito ha registrato più di 2mila decessi a causa del melanoma e il numero di casi sta crescendo più velocemente rispetto a qualsiasi altro dei 10 tumori più comuni. Gli esperti del Nice ritengono che ciò sia in gran parte dovuto al boom delle vacanze all'estero nel corso degli ultimi 40 anni e, più di recente, al notevole aumento dell'uso di lettini solari.

Mark Baker, del Nice, sottolinea che tutti vogliono godersi il sole, ma che ci sono modi sicuri per farlo: si tratta di semplici accorgimenti, ben noti ma spesso disattesi dalle persone che sottovalutano i rischi connessi alla sovraesposizione ai raggi ultravioletti. Occorre «utilizzare una crema solare con un alto Spf (sun protection factor), trascorrere all'ombra il periodo compreso tra le ore 11:00 e le 15:00, stando attenti a non scottarsi, coprendosi con un cappello e usando t-shirt e occhiali da sole» ricorda Baker.

Quanto alle nuove linee guida, spiega, «affrontano aree dove sussistono incertezze o variazioni nella pratica clinica e aiuteranno i medici a fornire la migliore assistenza ai soggetti con melanoma sospetto o diagnosticato». Anche se sempre più individui sono oggi consapevoli dei pericoli derivanti da un'eccessiva esposizione al sole, gli esperti del Nice prevedono che dovrà passare almeno una generazione prima che il numero delle morti per melanoma inizi a ridursi.

Il testo, consultabile sul web, include una sezione principale costituita dalle raccomandazioni, suddivise in 6 sezioni: valutazione e stadiazione, trattamento degli stadi 0-II, III, IV, follow-up dopo il trattamento, gestione dei livelli subottimali di vitamina D. A integrazione del nucleo portante sono presenti vari capitoli focalizzati su temi specifici, strettamente attinenti all'argomento clinico e sempre mirati a favorire l'adesione alle linee guida: la cura centrata sul paziente, le priorità-chiave per l'implementazione, gli stadi del melanoma, raccomandazioni per i ricercatori, implementazione delle linee guida, lista delle evidenze utilizzate per lo sviluppo del documento.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione