Viagra contro il melanoma, si studia una nuova terapia


23 novembre 2011 - 10:03Rassegna stampa


In futuro sarà possibile indebolire il cancro grazie all'uso del Viagra, la famosa pillola contro l'impotenza maschile. Ci stanno lavorando i ricercatori dello University Medical Center di Mannheim, in Germania.

Gli studiosi tedeschi stanno testando l'azione del principio attivo contro uno dei trucchi del melanoma maligno, un cancro incurabile della pelle, che si sviluppa alimentando l'infiammazione cronica dei tessuti e bloccando il «reclutamento» delle cellule T, le cellule immunitarie che dovrebbero difendere l'organismo dagli effetti del tumore.

Per lo studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Science (Pnas), i ricercatori hanno usato roditori colpiti dalla forma di melanoma umano e hanno osservato che nelle zone colpite dalle metastasi tumorali si innesca un meccanismo di attivazione del sistema immunitario che alla fine blocca lo sviluppo delle «cellule gendarmi» utili contro il cancro piuttosto che favorire la guarigione.

Negli animali trattati con sildenafil, invece, la sopravvivenza aumentava, il numero di cellule T cresceva e il circuito immunitario sembrava ripristinato. Se la terapia funzionasse anche negli uomini, spiega uno dei ricercatori, Viktor Umansky, «potrebbe contribuire al raggiungimento di risultati migliori nel trattamento del melanoma maligno».

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione