Vaccinazione per l'influenza stagionale in pazienti in trattamento con farmaci immunosoppressori


09 novembre 2011 - 12:57News


La influenza è un'infezione virale acuta che può essere associata a complicazioni gravi, quali la polmonite. La vaccinazione antinfluenzale rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la influenza e le sue complicanze.

Dalla metà di ottobre fino alla fine di dicembre 2011 sarà disponibile il vaccino anti-influenzale trivalente stagionale che include l'antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1); l'antigene analogo al ceppo A/Perth/16/2009 (H3N2) e l'antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008.

Secondo la circolare Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per la stagione 2011-2012 del Ministero della Salute1, la vaccinazione anti-influenzale è raccomandata in tutti i pazienti in trattamento con farmaci immunosoppressori, inclusi quelli con malattie della cute in trattamento con azatioprina, ciclosporina, methotrexate, leflunomide, micofenolato, ciclosfosfamide, corticosteroidi sistemici (dose >5 mg al giorno di prednisone o equivalenti) e farmaci biologici (Adalimumab, Etanercept, Infliximab, Ustekinumab e Rituximab). Il medical board della National Psoriasis Foundation raccomanda la vaccinazione anti-infulenzale annuale nei pazienti con psoriasi in trattamento con farmaci biologici2.

Raccomandazioni per i pazienti con psoriasi in trattamento con farmaci immunosoppressori convenzionali e biologici

  • Si raccomanda la vaccinazione anti-influenzale trivalente stagionale per la stagione 2011-2012 in tutti i pazienti con psoriasi in trattamento con farmaci immunosoppressori convenzionali e biologici. A discrezione del medico, la vaccinazione per l'influenza stagionale può essere associata alla vaccinazione anti-pneumococcica (da effettuarsi anche nella stessa seduta inoculando un vaccino per braccio).
  • Non è necessario sospendere il trattamento con farmaci immunosoppressori, inclusi i farmaci biologici, per effettuare la vaccinazione anti-influenzale. I vaccini anti-influenzali disponibili in Italia sono costituiti da particelle inattivate, mentre si ricorda che i vaccini con virus/microbi vivi o attenuati sono controindicati nei pazienti sottoposti a terapie immunosoppressive3.
  • La vaccinazione anti-influenzale e anti-pneumococcica sono sicure ed efficaci nei pazienti trattati con farmaci immunosoppressori, inclusi i farmaci biologici, e, anche se la copertura vaccinale risulta lievemente ridotta, rimane comunque protettiva.
  • In caso di comparsa di influenza, la terapia con immunosoppressori deve essere sospesa e va intrapresa la terapia più adeguata sino a scomparsa della sintomatologia influenzale.
  • L'impiego preventivo di farmaci anti-virali è invece sconsigliato, così come nel resto della popolazione.

Bibliografia

  1. http://www.salute.gov.it/influenza/newsInfluenza.jsp?id=1653&menu=inevidenza&lingua=italiano
  2. Lebwohl M, et al. From the Medical Board of the National Psoriasis Foundation: monitoring and vaccinations in patients treated with biologics for psoriasis. J Am Acad Dermatol 2008;58:94-105.
  3. Rahier JF, et al. Vaccinations in patients with immune-mediated inflammatory diseases. Rheumatology (Oxford) 2010;49:1815-27.

Paolo Gisondi, Giampiero Girolomoni

Inserito da segreteria SIDeMaST

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione