Tumori della pelle, «indagine» fra i lavoratori


15 maggio 2010 - 11:02Rassegna stampa


E' al vaglio di Asl Latina, Università «La Sapienza» - Polo Pontino ed Inail un progetto per la prevenzione dei tumori della pelle, soprattutto fra i lavoratori particolarmente esposti al sole.

La sinergia fra i diversi enti è stata di fatto annunciata dall'azienda sanitaria, che ha approvato una delibera (n. 277), fissando già le linee d'intervento. Gli obiettivi sono: 1) creare una mappatura delle attività professionali nelle quali è maggiore l'esposizione dei lavoratori a cancerogeni cutanei; 2) ricercare le varie tipologie di tumori della pelle nelle attività professionali; 3) realizzare una vasta collaborazione sul tema delle neoplasie anche con i medici di base e tutte le strutture sanitarie aziendali.

Il primo interlocutore dell'Asl sarà l'Unità operativa complessa della Dermatologia universitaria dell'Università «La Sapienza» - Polo pontino. Il lavoro di ricerca e prevenzione dovrà passare necessariamente per questa struttura.

Le preoccupazioni dell'Asl derivano d'altronde dai dati forniti dal registro tumori, che segnalano la crescita della mortalità per i casi di tumori alla pelle. 20 i decessi riscontrati nell'ultima rilevazione relativa alla provincia. Fra questi prevalgono i casi di melanoma. Si tratta del tumore meligno sulla pelle più diffuso. Colpisce soprattutto i soggetti di pelle chiara. Si pensa che i raggi ultravioletti contribuiscano allo sviluppo del tumore.

Tre decessi hanno invece riguardato il carcinoma polmonare. Si tratta di una neoplasia che comprende il tumore della trachea, dei bronchi (vie aeree) o del tessuto polmonare (alveoli). Non mancano poi casi di pontini deceduti dopo essere stati colpiti da tumori meno diffusi, quali per esempio il mesotelizoma pleurico, neoplasia correlata all'esposizione alle fibre aerodisperse dell'amianto. L'esposizione può essere lavorativa, per gli operatori impegnati nella produzione e nell'utilizzo industriale di amianto e derivati. Proprio il settore su cui l'Asl vuole intervenire per prevenire ulteriori casi.

Altro dato su cui riflettere è quello delle leucemie. 55 i morti registrati nell'ultimo dato. Un trend in crescita. La leucemia è il tumore delle cellule del sangue e del sistema emopoietico ed è caratterizzata dall'eccessiva emissione nel sangue di globuli bianchi.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione