Tumori: cura verde contro il cancro della pelle, un aiuto dall'euforbia?


08 Feb 2011 08:47 Rassegna stampa


L'Euforbia minore, piccola pianta comune in tutta Europa, potrebbe essere adoperata con successo contro i tumori cutanei, escludendo il melanoma. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul British Journal of Dermatology. La sperimentazione, ancora limitata nei numeri, ha riguardato 36 pazienti colpiti da lesioni della pelle di natura tumorale, come il carcinoma a cellule basali e quello a cellule squamose. Si tratta di tumori facilmente asportabili con terapie chirurgiche, la crio-terapia o farmaci che neutralizzano le cellule malate. Anche se non sono la forma più grave di tumore della pelle - la più aggressiva è il melanoma - si tratta di forme molto comuni, soprattutto tra gli anziani.

I pazienti sono stati trattati con la linfa della pianta, il cui nome botanico è Euphorbia peplus, applicata sulla pelle una volta al giorno per tre giorni. Ben 41 delle 48 lesioni riscontrate sui pazienti sono guarite. A 15 mesi dal trattamento ben il 68,5% delle lesioni non erano ricomparse.

L'azione del principio attivo estratto dalla linfa dell'Euforbia non è quella di attaccare direttamente le cellule cancerose, ma di «attirare» i neutrofili, globuli bianchi che svolgono un ruolo immunitario e sembrano in grado di uccidere le cellule tumorali residue che sono la causa di recidive anche a settimane o mesi di distanza.

Attenzione al fai da te, avvertono i dermatologi britannici. Quello utilizzato per il trattamento è un farmaco specifico, non un preparato casalingo. Inoltre i ricercatori ricordano che data l'esiguità dei numeri dell'esperimento bisognerà aspettare conferme più estese ai dati scientifici.

Inserito da segreteria SIDeMaST