Sos scottature sole bimbi, rischio melanoma doppio da adulti


29 aprile 2014 - 14:43Rassegna stampa


Niente smania di tintarella nei primi weekend primaverili passati al sole con i bambini. Le scottature serie, accompagnate da vescicole, subite da piccoli e durante l'adolescenza, raddoppiano il rischio di melanoma in età adulta ma meno di un terzo dei giovani protegge la pelle dall'esposizione eccessiva ai raggi solari. Lo riportano i dermatologi pediatri della Loyola University Health system in una nota stampa in cui, in occasione dei primi weekend di sole, esortano i genitori a dare il buon esempio.

"Spalmare filtri solari sulle aree foto esposte, non spogliarsi e indossare abiti protettivi è il comportamento migliore nei primi weekend primaverili per adulti e bebè, la pelle è indifesa", spiegano gli esperti. I filtri solari per i bambini devono possedere un fattore di protezione almeno di 30, vanno applicati 15 minuti prima di esporli al sole e riapplicati ogni 2 o 3 ore. Meglio lasciare i bebè vestiti anche in spiaggia, con maglietta, berretto, calzoncini e occhialini con protezione UV ed evitare le ore più calde. Tassativamente vietati i solarium e le lampade artificiali per i ragazzi.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione