Salvo dal melanoma con le proprie cellule clonate


07 novembre 2010 - 16:17Rassegna stampa


È successo a Seattle a un paziente americano affetto da un tumore alla pelle in stato avanzato. Lo studio, pubblicato sull'ultimo numero del New England Journal of Medicine, è stato condotto da punto da un gruppo di ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center sotto la guida della dottoressa Cassian Yee.

La terapia, secondo la descrizione fornita dalla Yee, è stata sperimentata su paziente di 52 anni, malato di melanoma con metastasi ai polmoni e ai linfonodi. In primo luogo, sono stati prelevate dal corpo del paziente circa cinque miliardi di linfociti T, delle cellule immunitarie preposte alla difesa del corpo. Dopodiché le cellule sono state clonate in laboratorio e nuovamente iniettate nel corpo del paziente. Le nuove cellule si sono subito «indirizzate» contro una proteina che permette la proliferazione del melanoma. Dopo due mesi, il tumore era scomparso. E anche adesso, che sono passati circa due anni, il paziente continua a essere libero da cellule tumorali.

Una terapia per pochi

Il successo della sperimentazione, che ha sopreso l'intera comunità scientifica, non deve far nutrire troppe speranze. Il protocollo si è dimostrato valido per quei pazienti che erano stati colpiti da una specifica forma di cancro alla pelle e possedevano delle determinate caratteristiche immunitarie. «Per questi malati la cura funziona – puntualizza – la dottoressa Yee – ora però dobbiamo testare la validità della terapia per altri tipi di cancro attraverso studi più estesi».

Sono 100.000 ogni anno i nuovi malati di melanoma nel mondo. Il tumore alla pelle insorge nei luoghi del corpo che subiscono prolungate esposizioni al sole. Può crescere in profondità ed estendersi, in maniera relativamente rapida, ai linfonodi e alle vene. Ciò lo rende particolarmente pericoloso. In Italia, si stima che ogni anno vengano diagnosticati intorno ai 4.500 nuovi casi melanoma.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione