Salute: sui tacchi anche tutti i giorni, esperti GB contro falsi miti


26 aprile 2010 - 20:43Rassegna stampa


Via libera ai tacchi, anche tutti i giorni. Per la gioia delle fan di «Sex and the City», un gruppo di medici e specialisti britannici sfata, sul quotidiano Daily Mail, alcuni falsi miti sul pianeta salute. A partire da un tema caldo per l'universo femminile: le scarpe perfette.

«Meglio indossare sempre i tacchi quando possibile», afferma infatti Simon Costain del Gait and Posture Centre di Londra. «Molti dei problemi a piedi, gambe e schiena delle persone sono causate dal fatto di calzare scarpe piatte», come le ballerine o le infradito.

Certo, l'esperto non parla di tacchi vertiginosi. Ma sottolinea che camminare con un rialzo da terra solleva il peso e allevia lo stress da ginocchia e tendini, incoraggiando a una postura migliore. Invece le infradito ad altezza suolo o le scarpe con tacco zero trasferiscono lo stress direttamente alla schiena.

Fra gli altri falsi miti analizzati e distrutti dagli esperti, anche il suggerimento di oziare nei giorni festivi. Meglio evitare, se si vuole tenere a bada il mal di testa da weekend, frutto proprio del cambio di abitudini. «Modificare il sonno ha un effetto pesante sull'ipotalamo, responsabile del bilanciamento degli ormoni che possono scatenare il mal di testa», spiega Andrew Dowson dell'East Kent Headache PT Service. Se si è troppo stanchi, ci si potrà concedere un pisolino a metà giornata.

E a tavola? Meglio delle tanto decantate cinque porzioni di frutta e verdura al giorno può il fatto di mangiare cibi di tutti i colori dell'arcobaleno, assicura il nutrizionista Adam Mead del Kingston Hospital di Londra. «Solo così si farà il pieno di tutti le sostanze nutritive necessarie, ancor più utili quando possono lavorare in sinergie».

E ancora, meglio stare su una gamba sola quando ci si lava i denti. Così, secondo il chiropratico Tim Hutchful, «si fanno lavorare i muscoli dell'addome e si protegge la schiena». Se si ha qualche problema, poi, meglio evitare di affogare i cattivi pensieri in una birra. «Da ebbri non si fa nulla di utile. Piuttosto un caffè o una passeggiata con un buon amico - assicura Cary Cooper, psicologo dell'Università di Lancaster - sono la miglior strategia anti-stress».

Altro falso mito, quello di usare le creme solari solo in estate o nei giorni soleggiati. E' un errore, assicura Nick Lowe, dermatologo dell'University College di Londra. «I raggi Uva sono nemici silenziosi della giovinezza della pelle, sono presenti tutti i giorni e possono penetrare attraverso le nubi». Ma lo è anche l'eccesso opposto. Il consiglio dell'esperto è di scegliere il fattore protettivo 30 in estate, evitando di esporsi nelle ore centrali del giorno, perché le creme con schermo 50 offrono solo uno 0,5% di protezione extra e sono molto più grasse, quindi si è meno inclini a utilizzarle.

E ancora, sempre per le fashion victim, meglio rimandare l'acquisto di un paio di scarpe alla fine della giornata. Anche i piedi delle più modaiole, spiega Nick Masucci, podologo del New Victoria Hospital, si gonfiano con il passare delle ore. Risultato? Le calzature comprate a fine giornata non saranno mai dolorose o troppo strette.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione