Rughe e macchie da sole, dopo l'estate voglia di giovinezza per un italiano su 3


22 settembre 2015 - 07:35Rassegna stampa


Oramai il mare e le spiagge sono solo lontani ricordi, ma per milioni di italiani i segni delle vacanze sono ancora impressi sulla pelle. Con rughe e macchie cutanee spuntate proprio a causa del sole. Così in questo periodo oltre un italiano su tre (34%) vuole sentirsi più giovane. È quanto emerge da uno studio realizzato da Quanta System Observatory su circa 1.600 italiani tra i 18 e i 65 anni attraverso un monitoraggio online con metodologia Woa (Web Opinion Analysis) sui principali social network, blog, forum e community dedicate, e su un panel di esperti - chirurghi plastici, dermatologici.

Tra coloro che scelgono di intervenire, ancora un italiano su tre dice di scegliere trattamenti laser di ultima generazione (51%), mentre i tradizionali trattamenti tramite iniezione (34%) e il lifting (15%) hanno meno successo. "Durante l'estate il sole e gli agenti atmosferici influiscono negativamente sulla pelle, rendendola più spessa a causa dell'elastosi e maggiormente solcata da rughe profonde. Ma grazie alle nuove tecnologie è possibile far ringiovanire a vista d'occhio la propria cute", spiega Alberto Massirone, presidente della Società scientifica italiana di medicina ad indirizzo estetico Agorà. Gli esperti raccomandano il 'Two Light Resurfacing', il trattamento laser made in Italy che promette di correggere gli effetti dell'invecchiamento da photoaging causati dal sole, dal vento e dallo scorrere del tempo.

Il dispositivo rilascia due raggi laser frazionali su un'area localizzata della pelle: questi riscaldano e rimuovono i tessuti istantaneamente, senza intaccare quelli sani circostanti grazie all'estrema precisione del laser, eliminando le macchie superficiali. "I laser combinati - prosegue l'esperto - riescono a penetrare a una profondità ideale nel derma e avere anche un opportuno effetto di contrazione della pelle, che ne fa diminuire le rughe. La tecnica Two Light è perfetta per le pelli spente e coriacee che necessitano di uno stimolo intenso e combinato".

La procedura garantisce tempi di recupero più brevi rispetto alle terapie tradizionali, con la comparsa di lividi ridotti e sanguinamento limitato. Generalmente l'area interessata guarisce dopo 3-10 giorni: i benefici sono progressivi e l'effetto si vede nei mesi successivi. Ma per quale motivo gli italiani desiderano apparire più giovani? L'obiettivo è sembrare belli (86%), affascinanti (82%) e più attraenti (78%), il 56% lo fa per sentirsi più sicuro di sé nel rapporto con gli altri, per aumentare l'autostima (49%) o per di lasciarsi alle spalle vecchie ossessioni sul proprio aspetto, fonti di ansia e stress (44%).

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione