Quante volte bisogna lavarsi i capelli?


29 novembre 2015 - 11:06Rassegna stampa


I capelli sono una parte vitale dell'identità di molte persone e imparare a prendersene cura può richiedere anni di tentativi ed errori. E quando si tratta di capire quante volte lavarli, molti di noi rimangono nel dubbio. Con che frequenza dovremmo farlo? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Cristiana Colonna, dermatologa presso il reparto di Dermatologia Pediatrica della Fondazione IRCCS Ca' Granda - Ospedale Maggiore Policlinico di Milano

Come agisce lo shampoo

Cominciamo dall'inizio. I nostri capelli diventano unti a causa dell'accumulo di sebo: un grasso prodotto dalle ghiandole sebacee diffuse ovunque sulla pelle e particolarmente concentrate sul cuoio capelluto. L'accumulo di sebo sui capelli favorisce l'adesione di polvere e sporco su di essi e lo shampoo agisce rimuovendo sebo e sporco accumulatisi sul cuoio capelluto e sul fusto dei capelli. «Quanto spesso utilizzare lo shampoo dipende anche dallo stile di vita - spiega la dottoressa Colonna - : per chi vive in città è opportuno lavare i capelli spesso, ad esempio a giorni alterni per rimuovere polvere e smog».

Sebo e tipologia di capelli

Capelli fini e lisci permettono al grasso di scivolare meglio e diffondersi più rapidamente, quindi di sporcarsi più velocemente; i capelli più spessi e ricci invece sono generalmente più secchi e quindi il sebo fa più fatica a espandersi lungo il follicolo e a scendere sul capello. I capelli ricci, soprattutto fittamente ricci, ostacolano quindi il percorso di sebo e acqua verso la radice del capello (questo è il motivo per cui perdono umidità rapidamente dopo il lavaggio e si asciugano prima).

Quante volte lavarli e come

«I capelli possono essere lavati anche tutti i giorni - dice la dermatologa Colonna - soprattutto quando si avverte prurito dovuto all'accumulo di sebo. Ciò che è importante però è utilizzare uno shampoo di buona qualità con tensioattivi delicati (sono le sostanze che si legano allo sporco e lo rimuovono). Gli shampoo con meno schiuma oppure gli oli sono i detergenti più delicati e quindi indicati, perché se troppo aggressivi possono disidratare il capello e danneggiarlo».

Il balsamo

«L'uso di un balsamo è importante perché crea un film (una pellicola) che protegge i capelli dai danni dell'ambiente oltre che renderli più lucidi e pettinabili. Si può applicare il balsamo anche ad ogni lavaggio: la scelta è in base alla tipologia dei propri capelli, più "leggero" per capelli lisci e più corposo per capelli ricci. Attenzione piuttosto a come metterlo - illustra la dottoressa Colonna - : non vale la pena stenderlo sulle radici dove comunque non arriverà, bisogna concentrarlo sul fusto o sulle punte; prima di metterlo bisogna tamponare i capelli con un asciugamano per rimuovere l'acqua in eccesso altrimenti la pellicola che si crea aderirà meno».

Il movimento "No-poo"

E che cosa dire della "leggenda metropolitana" di chi non usa lo shampoo del tutto? I sostenitori di questa scuola sostengono che lo shampoo toglie al capello il suo grasso naturale e quindi il cuoio capelluto risponde producendone di più e rendendo i capelli più unti. Utilizzando solo acqua e prodotti naturali - dicono - il cuoio capelluto raggiunge apparentemente un equilibrio di sebo. Lucy Aitken, che lavora nel settore della beneficenza e ha scritto "Capelli felici: la guida definitiva che ti farà smettere di usare lo shampoo", ha detto che dopo un periodo di un paio di settimane in cui si era trovata ad avere capelli lisci e "puzzolenti", ora li lava con acqua e un uovo o bicarbonato di sodio ogni quindici giorni.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione