Psoriasi sottovalutata da medici, malati vittime false cure


26 Jul 2013 05:00 Rassegna stampa


La psoriasi non è un semplice fastidio della pelle: chi ne soffre si isola, con conseguenze spesso sottostimate dai medici, e poi si affida a terapie alternative costose e non risolutive. Per sensibilizzare gli specialisti nasce il primo libro bianco, documento sulla gestione clinica e sulle terapie per combattere la malattia. E' quanto emerge al 4/o congresso mondiale sulla psoriasi dello Psoriasis international network, in corso al Palazzo dei congressi di Parigi.

"I pazienti che non ricevono cure adeguate e che sentono che i medici sottovalutano il loro problema sono molto sfiduciati e spesso si rivolgono alle cure non ufficiali, alternative di ogni genere, sobbarcandosi di spese aggiuntive e con risultati molto modesti che non fanno altro che aumentare il loro senso di frustrazione" ha spiegato Luigi Naldi, presidente del congresso di Parigi e del Gruppo italiano studi epidemiologici in dermatologia. Sul fronte delle terapie a Parigi si discute di alcune nuove piccole molecole come l'apremilast e gli inibitori di JAK3: "Si tratta di nuove cure che si affiancano ai farmaci biologici più recenti, come l'interleuchina 17" precisa Luigi Naldi, presidente del congresso.

Inserito da segreteria SIDeMaST