Psoriasi, come gestirla al meglio?


05 settembre 2016 - 15:44Rassegna stampa


E' importante sottolineare che ancora oggi il soggetto affetto da psoriasi vive una discriminazione sociale per mancanza di precise informazioni su questa patologia e non infrequentemente è costretto ad effettuare percorsi di diagnosi e cura lunghi, tediosi e talvolta inefficaci. Sia nella popolazione generale che in campo medico, c'è purtroppo la mancata consapevolezza di quanto questa patologia possa essere disabiltante dal punto di vista fisico e psicologico, e quanto essa possa gravemente influenzare la sfera emotiva e relazionale del paziente stesso.

Le ricerche cliniche e sperimentali effettuate nel corso dell'ultimo decennio hanno permesso di acquisire nuove conoscenze sulla patogenesi (ovvero sulle cause) della psoriasi e aprire un nuovo orizzonte relativamente alle strategie terapeutiche ed assistenziali di tale malattia. Sono infatti disponibili un numero elevato di farmaci molto efficaci e ben tollerati che possono essere utilizzati per il trattamento delle forme moderate-severe di psoriasi.

Sulla base delle nuove evidenze si rende quindi necessaria, sia a livello territoriale che ospedaliero, una gestione strutturata e differenziata in base alla gravità della psoriasi ed è inoltre necessario, nelle forme gravi, un approccio multidisciplinare. In questo contesto, diventa fondamentale la creazione di un network territoriale tra medici di medicina generale e specialisti del territorio con gli specialisti dei centri ospedalieri e universitari di riferimento. Solo con questa metodologia e la creazione di un percorso diagnostico-terapeutico specifico diventa possibile una reale presa in carico del paziente ed una corretta gestione del quadro clinico in tutta la sua complessità, al fine di garantire il migliore trattamento per ciascun paziente.

L'assenza di tutto questo e quindi una mancata appropriatezza del percorso diagnostico-terapeutico ha come risultato un aggravio di costi diretti sul Servizio Sanitario Nazionale, dovuto allo sviluppo nel tempo di diverse comorbidità in questi pazienti (ad esempio malattie cardiovascolari, sindrome metabolica) e costi diretti e indiretti per il paziente stesso. Un nuovo modello di governance, efficiente ed efficace per i soggetti affetti da psoriasi, associato ad una possibile riduzione della spesa sanitaria è fortemente auspicabile e sempre più urgente.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione