Psoriasi, approvato in Europa Secukinumab come trattamento di prima linea


21 Jan 2015 03:27 Rassegna stampa


La Commissione europea (Ce) ha approvato Secukinumab come trattamento sistemico di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa negli adulti candidati alla terapia sistemica. Lo annuncia una nota dell'azienda produttrice, Novartis, che sottolinea come si tratti del primo inibitore di interleuchina 17A (IL-17A) a essere approvato in Europa come terapia di prima linea.

Attualmente, continua la nota, in Europa tutti i farmaci biologici per la psoriasi sono raccomandati come terapia sistemica di seconda linea. L'approvazione dell'Ue fa seguito ai recenti risultati dello studio di Fase IIIb Clear, che ha dimostrato la superiorità di Secukinumab rispetto a Ustekinumab nella risoluzione delle manifestazioni cutanee dei pazienti affetti da psoriasi a placche da moderata a severa. Per i pazienti psoriasici lo scopo del trattamento è la completa risoluzione delle manifestazioni cutanee.

Nel corso degli studi, il 70% o più dei pazienti trattati con Secukinumab 300 mg ha ottenuto la risoluzione completa (Pasi 100) o quasi completa (Pasi 90) delle manifestazioni cutanee durante le prime 16 settimane di trattamento e, soprattutto, nella maggior parte dei pazienti questo risultato è stato mantenuto nel corso della prosecuzione del trattamento fino alla settimana 52. I dati del programma di studi clinici con Secukinumab hanno anche dimostrato una relazione positiva tra la risoluzione completa o quasi completa delle manifestazioni cutanee e la qualità della vita dei pazienti affetti da psoriasi.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteDoctor33
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati psoriasi

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.