Psoriasi: 1 paziente su 3 è obeso, dimagrire migliora effetti terapia


28 aprile 2011 - 12:44Rassegna stampa


La psoriasi, nota malattia della pelle, è associata a numerose patologie e in particolare all'obesità. Una quota di pazienti che oscilla dal 13% al 34% infatti è sovrappeso o obesa eppure, se i pazienti riescono a perdere almeno il 10% del peso, diventano più sensibili alla terapia con ciclosporina. Lo afferma un recente studio della Clinica Dermatologica dell'Università di Verona, pubblicato sulla prestigiosa rivista «American Journal of Clinical Nutrition».

«L'obesità è un fattore di rischio per la comparsa della psoriasi e rende la malattia meno sensibile alle cure. Pertanto, nell'approccio al paziente è fondamentale una gestione globale, che tenga conto non solo degli aspetti cutanei ma anche della presenza di artrite e del profilo di rischio cardiovascolare», evidenzia il Prof. Giampiero Girolomoni, Direttore della Clinica Dermatologica dell'Università di Verona e presidente dell'86* Congresso nazionale della Società Italiana di Dermatologia (SIDeMaST), che si svolgerà nella città scaligera dal 18 al 21 maggio.

La psoriasi infatti è associata anche alla sindrome metabolica mentre i casi severi ad aumentato rischio cardiovascolare. E secondo diversi studi, la malattia è un fattore di rischio per infarto del miocardio specialmente nei giovani pazienti. Circa un terzo dei pazienti inoltre soffre di artrite psoriasica, una patologia che se non riconosciuta e trattata può diventare invalidante.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione