Melanoma: nuovi dettagli sui fattori di rischio


04 giugno 2012 - 10:04Rassegna stampa


I fattori di rischio implicati nello sviluppo del melanoma sono molti, ma non uguali per tutte le diverse forme di questo tumore maligno. Lo rivela uno studio pubblicato di recente sulla rivista Archives of Dermatology, evidenziando in particolare alcune specificità riguardanti la lentigo maligna melanoma e il melanoma a diffusione superficiale.

I tipi di melanoma

Anche se si parla sempre genericamente di melanoma, in realtà esistono ben quattro tipologie di tumore con caratteristiche e diffusione diverse come spiega la Ketty Peris, professoressa di dermatologia all'Università degli Studi dell'Aquila «Il melanoma a diffusione superficiale (superficial spreading melanoma, SSM) è il più diffuso e costituisce circa il 60-70% dei casi che vediamo nella pratica clinica nella nostra popolazione; insorge in qualsiasi parte del corpo ma più frequentemente si localizza alle gambe nelle donne e al dorso nei maschi. Cresce prima come una macchia che si allarga centrifugamente e nel tempo si ispessisce, si eleva e nel suo contesto compare un nodulo.

Il melanoma nodulare rappresenta il 15-30% dei casi totali: predilige il tronco, e regione testa/collo. Insorge come un nodulo fin dal suo inizio ed ha un'evoluzione rapida e una prognosi sfavorevole.

La lentigo maligna melanoma (LMM) costituisce il 5-15% dei casi. Insorge quasi esclusivamente in soggetti oltre i 65 anni di età e si localizza tipicamente nelle sedi foto esposte (volto, collo, dorso delle mani, braccia). Si presenta come una macchia che negli anni si ingrandisce in modo radiale e poi in senso verticale con comparsa di noduli. In particolare, le lentigo solari sono quelle macchie marroni che vengono al dorso delle mani, viso e tronco dopo che ci s è scottati al sole.

Infine, il melanoma acrale lentigginoso (5-10%) colpisce il palmo delle mani e le piante dei piedi; è piuttosto raro nella nostra popolazione e più frequente negli asiatici».

La mappa del rischio

Nello studio, condotto da ricercatori australiani, sono stati analizzati i dati relativi a 49 pazienti con LMM, 141 con SSM e di oltre 200 soggetti che hanno costituito il gruppo di controllo. Ebbene i dati raccolti hanno mostrato come una tendenza a sviluppare lentigo solari e una storia di tumori della pelle di tipo non-melanoma siano fattori associati a maggiori possibilità di sviluppare il melanoma tipo LMM, mentre avere tanti nei e una lunga storia di ustioni solari possano favorire lo sviluppo del SSM.

L'associazione con altri fattori di rischio quali colore degli occhi e pelle chiara, esposizione solare totale, numero di cheratosi solari, non è invece risultata differente tra i due tipi di tumore. «I fattori di rischio per il melanoma sono diversi e in genere distinti in “individuali” e ambientali. Tra i primi rientrano un elevato numero di nei, storia familiare di melanoma, fototipo I e II (pelle chiara e occhi celesti/azzurri), numerose lentiggini e condizioni di immunodepressione. Tra i fattori di rischio ambientali sono, invece, da annoverare esposizione alle radiazioni ultraviolette (sole), ustioni solari nell'infanzia e adolescenza. La cosa interessante è che in questo studio vengono distinti i fattori di rischio in base al tipo di melanoma – commenta Ketty Peris -.

L'individuazione di diversi profili di rischio permette di pensare e mettere in atto strategie preventive diverse riducendo i rischi relativi a ciascuna categoria di persone». Insomma alcune regole volgono per tutti i tipi di melanoma, ma in casi specifici anche la prevenzione si può personalizzare.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione