Linee guida e casi clinici: una importante sentenza


01 settembre 2014 - 12:17Comunicazioni ai soci


Caro Socio,

ti comunico la recentissima decisione del Tribunale di Milano, ottenuta dal consulente FISM (di cui SIDeMaST è socia), Avv. Giovanni Pasceri, che rappresentava alcuni medici coinvolti in un procedimento civile a loro intentato dagli eredi di un paziente.

Secondo l'adito Giudice con l'introduzione del d.l. 158/2012 (c.d. Decreto Balduzzi) il legislatore ha voluto escludere non solo la rilevanza penale della condotta del medico (e in generale l'esercente delle professioni sanitarie) nel caso in cui si attenga alle linee guida e alle buone pratiche mediche, ma anche qualificare la responsabilità professionale del medico come extracontrattuale. In sostanza, l'interpretazione giudiziale del Tribunale di Milano sposta l'ago della bilancia a favore dei medici. La riconduzione della responsabilità del medico (e del personale sanitario in generale) alla responsabilità aquiliana (extracontrattuale) determina a carico dell'Attore (cioè il paziente) l'onere di provare che la condotta del medico è stata errata, la prova dell'esistenza del nesso causale tra condotta ed evento nonché la prova dei danni subiti.

Chi fosse interessato può richiedere copia del comunicato FISM alla segreteria.

Di Giampiero Girolomoni

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione