La buona forma fisica protegge dall'ipertensione


15 gennaio 2015 - 15:29Rassegna stampa


Mantenendosi in forma calano le probabilità di sviluppare ipertensione. Lo afferma Mouaz Al-Mallah, professore associato di medicina alla Wayne state university di Detroit, Michigan, e coordinatore di uno studio pubblicato sul Journal of american heart association. «Abbiamo esaminato l'associazione tra attività fisica e ipertensione in oltre cinquantamila soggetti sottoposti a test da sforzo su tapis roulant per escludere l'ischemia come causa di dolore toracico o dispnea» spiega il ricercatore, sottolineando che nelle persone in buona forma le probabilità di sviluppare ipertensione sono molto minori rispetto ai coetanei sedentari. «Si parla di ipertensione quando i valori pressori superano i 140/90 millimetri di mercurio (mmHg)» riprende l'autore, spiegando che ne esistono due tipi.

Quella secondaria appare all'improvviso e dipende da condizioni note quali problemi renali o alla tiroide, mentre la primaria non ha cause identificabili e si sviluppa gradualmente nell'arco di anni. Negli Stati Uniti l'ipertensione colpisce un adulto su tre, per un totale, secondo l'American heart association, di 78 milioni di nordamericani. «La pressione alta, oltre ad associarsi a numerose malattie, soprattutto cardiovascolari, aumenta in modo significativo i costi dell'assistenza sanitaria» spiega Al-Mallah, che assieme ai colleghi ha confrontato il grado di forma fisica con i valori pressori in 57.284 individui che avevano preso parte all'Henry Ford exercise testing, uno studio svolto tra il 1991 e il 2009.

«L'attività fisica è stata misurata in equivalenti metabolici (Met): dato che 1 Met rappresenta la quantità minima di energia consumata a riposo, più alto è il numero di Met migliore è il grado di fitness» dice il ricercatore. E i risultati parlano chiaro: i partecipanti che sviluppavano meno di 6 Met avevano il 70% di probabilità in più di essere ipertesi.

Viceversa, nei partecipanti in grado di sviluppare un esercizio pari a 12 Met il rischio di ipertensione risultava dimezzato. La forma fisica è un importante fattore predittivo in termini di probabilità di sviluppare ipertensione. E questo messaggio dovrebbe essere chiaro a tutti: pazienti, medici e legislatori» conclude l'autore.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione