FDA approva due farmaci in combinazione per il trattamento del melanoma avanzato


27 gennaio 2014 - 11:33Rassegna stampa


La Food and Drug Administration ha approvato trametinib in combinazione con debrafenib per il trattamento di pazienti con melanoma avanzato non resecabile (che non può essere rimosso chirurgicamente) o metastatico (ultimo-stadio).

Trametinib e debrafenib sono specificatamente indicati come terapia di combinazione per i pazienti con melanoma i cui tumori esprimono mutazioni del gene BRAF V600E e V600K. La proteina BRAF è coinvolta nella regolazione della crescita cellulare normale ma è mutato in circa la metà dei melanomi della pelle.

"Trametinib e debrafenib sono i primi farmaci approvati per il trattamento in combinazione del melanoma", ha detto Richard Pazdur, direttore dell'Ufficio di Ematologia e Prodotti Oncologici del Centro per la Valutazione e la Ricerca sui farmaci dell'FDA.

La sicurezza e l'efficacia dei due farmaci in combinazione sono stati dimostrati in un trial clinico con 162 partecipanti con melanoma non resecabile o metastatico con la mutazione BRAF V600E or V600K, la maggior parte dei quali non aveva ricevuto una precedente terapia.

I risultati hanno mostrato che il 76% dei partecipanti trattati con i due farmaci in combinazione ha avuto la riduzione o la scomparsa del cancro (risposta oggettiva) che è durata una media di 10,5 mesi. Al contrario, il 54 per cento dei partecipanti trattati con dabrafenib come singolo agente ha mostrato risposte obiettive che sono durate una media di 5,6 mesi. Gli studi clinici sono in corso per determinare se i due farmaci in combinazione migliorano la sopravvivenza.

Gli effetti indesiderati più comunemente riportati hanno incluso febbre, brividi, stanchezza, eruzioni cutanee, nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, edema periferico (gonfiore delle mani e dei piedi), tosse, mal di testa, dolori articolari, sudorazione notturna, diminuzione dell'appetito, costipazione e dolore muscolare. Durante i test clinici, l'incidenza e la gravità della febbre sono aumentati con l'uso in combinazione dei due farmaci.

Gravi effetti collaterali includono emorragie, formazione di coaguli, infarto, problemi di pelle e problemi agli occhi. Uno dei gravi effetti collaterali di dabrafenib - lo sviluppo di un nuovo carcinoma a cellule squamose della pelle - si è ridotto quando il farmaco è stato usato in combinazione con trametinib. L'incidenza di carcinoma a cellule squamose della pelle in questo studio è stata del 7% con la combinazione rispetto al 19% con singolo agente dabrafenib. Altri effetti collaterali clinicamente significativi hanno incluso lesioni del rene.

Le donne in età fertile devono essere informate che i due farmaci possono causare difetti alla nascita in un feto in via di sviluppo. Uomini e donne dovrebbero anche essere informati che il trattamento con i due farmaci può causare infertilità.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione