Evolocumab, nuovo ipocolesterolemizzante riceve approvazione Fda


31 Aug 2015 07:48 Rassegna stampa


Dopo l'autorizzazione all'immissione in commercio da parte della Commissione Europea, per evolocumab arriva anche il parere positivo dell'Fda. Si tratta del primo inibitore del PCSK9 al mondo oggi disponibile per il trattamento dei pazienti affetti da ipercolesterolemia non controllata e che necessitano, quindi, di un'ulteriore riduzione dei livelli di colesterolo Ldl (C-Ldl).

Un ulteriore riconoscimento che aumenta la già alta attesa per i dati che verranno presentati a Londra in occasione dell'Esc, uno dei più autorevoli congressi a livello scientifico internazionale, con oltre 25.000 delegati e 11.000 abstract presentati solo quest'anno. In quella sede, infatti, Amgen porterà una mole importante di dati sia sull'efficacia, sicurezza e tollerabilità del farmaco che sui contorni in termini di diagnosi, target terapeutico ed efficacia del trattamento di una categoria di pazienti ampiamente sotto diagnosticata e non adeguatamente trattata.

Secondo le ultime stime sono circa 1 su 500 le persone affette da FH, delle quali diagnosticate solo l'1%. In Europa, più del 60% dei pazienti ad alto rischio ancora non riesce a ridurre adeguatamente i livelli di colesterolo LDL con le statine o con le altre terapie fino ad oggi autorizzate. Questa percentuale sale all'80% nei pazienti ad altissimo rischio. Il costo sanitario delle malattie cardiovascolari nella sola Unione Europea è di circa 106 miliardi di euro ogni anno.

Inserito da segreteria SIDeMaST