Eczema. Colpisce 2 bambini su 10. Ecco alcune raccomandazioni della Siaip


04 agosto 2014 - 06:59Rassegna stampa


La malattia cutanea colpisce nel 90% dei casi bambini entro i cinque anni di età, con possibili conseguenze sulla qualità di vita. Dalla complessità patogenetica all'eventuale associazione con patologie allergiche, fino a disturbi del sonno ed aspetti psicologici, gli esperti della Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica effettuano il punto della situazione sull'eczema

L'eczema o dermatite atopica è una patologia della cute che colpisce il 20% della popolazione infantile e si manifesta nel 90% dei casi entro i cinque anni di età del bambino e nell'85% dei casi nel primo anno di vita. A riferire questi dati è la Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP), che in un recente documento sullo 'choosing wisely' (scegliere con saggezza), con l'obiettivo di perseguire l'appropriatezza diagnostico-terapeutica, ha illustrato una serie di raccomandazioni su cosa fare e non fare, riguardanti anche i bambini con dermatite atopica.

"Non esiste, infatti, a tutt'oggi una terapia risolutiva per questa malattia", ha affermato Roberto Bernardini, Presidente SIAIP e Direttore della UOC di Pediatria dell'Ospedale San Giuseppe di Empoli, "ma è fondamentale comunque gestire fin dalla nascita la barriera cutanea in modo corretto, ricorrendo a tutti i presidi a disposizione, utilizzare i farmaci antinfiammatori steroidei sin dai primi sintomi delle fasi di riaccensione e porre in atto opportuni programmi educazionali di self management".

L'eczema o dermatite atopica, come per anni è stata denominata, è una patologia infiammatoria cronico-recidivante della cute, caratterizzata da complesse interazioni tra disregolazioni di barriera e del sistema immune, sia innato sia adattivo, e forte suscettibilità epigenetica all'ambiente. Questa patologia è attualmente definita come un disordine poligenetico complesso. "A causa della sua complessità patogenetica", spiega Elena Galli, Responsabile UOS Allergologia Fatebenefratelli di Roma e Responsabile Commissione Orticaria Dermatite atopica della SIAIP, "esistono numerose e differenti espressioni cliniche (fenotipi) della dermatite atopica che rendono la sua terapia particolarmente difficile, specie nei casi medio-gravi, caratterizzati da lesioni cutanee estese, spesso infette, e prurito devastante, causa anche di stress emozionali e di disturbi del sonno".

Il ruolo del pediatra e di un approccio multidisciplinare sono importanti nella gestione di questa malattia, sottolinea la SIAIP: oltre alla complessità del profilo patogenetico e clinico, c'è anche la possibilità che l'eczema, soprattutto nei primissimi anni di vita, si associ ad allergia alimentare e negli anni successivi ad asma bronchiale e/o rinite allergica; inoltre ci sono frequenti associazioni con infezioni micotiche, specie in età adolescenziale. In quest'ottica, anche Società Scientifiche Internazionali, come l'American Academy of Dermatology (AAD), hanno recentemente divulgato linee guida per l'ottimizzazione della gestione del paziente con dermatite atopica (Eichenfield LF, J Am Acad Dermatol 2014), come ricorda la SIAIP.

Da non sottovalutare, gli aspetti psico-fisici legati alla presenza dell'eczema, che si presenta spesso in un'età del bambino che è cruciale per lo sviluppo fisico e psicologico. Da disturbi cronici del sonno, con conseguenti problemi di concentrazione e possibili performance scolastiche negative, fino alle alterazioni delle relazioni psicosociali legate ad un immagine alterata dalle lesioni cutanee sempre presenti, si tratta di possibili effetti conseguenti alla presenza della dermatite atopica che possono avere un impatto sulla qualità di vita del bambino e del genitore. "Non ultimi anche gli aspetti pratici legati ai costi altissimi sia diretti sia indiretti assolutamente non coperti dal SSN, almeno in Italia", conclude la Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica.

Dal 9 all'11 ottobre 2014, un gruppo nazionale di esperti allergologi pediatri e dermatologi si riunirà, con il patrocinio della SIAIP, a Terme di Comano, per elaborare un nuovo documento, al fine di uniformare e implementare la care del bambino con eczema sulla base delle più attuali evidenze della medicina scientifica. Gli esperti dedicheranno una specifica attenzione proprio agli aspetti psicologici e alla qualità di vita del bambino affetto da dermatite atopica e della sua famiglia.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione