Con più di 11 nei sul braccio aumenta il rischio di melanoma


20 ottobre 2015 - 10:30Rassegna stampa


Lo rivela uno studio del King's College di Londra su 3594 gemelli. Il numero sull'arto rivela quanti sono quelli totali, con più di 100 quintuplica pericolo malattia

AVERE più di 11 nei sul braccio destro potrebbe essere un segnale d'allarme per il rischio melanoma. Almeno lo sostiene uno studio condotto da un ricercatore italiano che lavora al King's College di Londra. Questo numero di nei può suggerire un pericolo più alto rispetto alla media di sviluppare il cancro della pelle, perché le 'macchiolinè sulla cute del braccio sono un ottimo indicatore del totale nei su tutto il corpo. E secondo un calcolo statistico più se ne hanno, più cresce la probabilità che qualcuno si possa trasformare in melanoma: il rischio è 5 volte superiore se i nei complessivi superano il centinaio.

La ricerca. Lo studio, pubblicato sul British Journal of Dermatology', ha esaminato per 8 anni 3594 gemelli, residenti in Gran Bretagna, raccogliendo ogni tipo di informazioni sul tipo di pelle, nei e lentiggini, presenti sul corpo. Gli scienziati hanno valutato 17 aree diverse del corpo e hanno notato che il braccio destro è la zona che permette di stabilire con maggiore probabilità il numero totale di nei in una persona. Le persone con più di 7 nei sul braccio destro presentavano un rischio 9 volte maggiore di averne più di 50 su tutto il corpo, e quelle con più di 11 avevano più probabilità di averne oltre 100. Con più di 100 quintuplica pericolo malattia.

Controllare macchie e nei. "I risultati del nostro lavoro - afferma Simone Ribero, autore della ricerca - potrebbero avere un impatto significativo sulle cure primarie. I medici, infatti, potrebbero stimare con maggiore precisione il numero totale di nei in un paziente in modo estremamente rapido e tramite la semplice osservazione di una parte del corpo accessibile e facile da visionare".

Va però ricordato che si parla di probabilità. Infatti anche chi ha pochi nei può sviluppate un melanoma e non è detto che chi ne ha molti si ammali. Di solito queste piccole macchie sulla pelle sono innocue, piatte e possono avere dei peli. Se invece cambiano forma e colore, è il caso di verificare l'anomalia con una visita specialistica."Va riferito ogni cambiamento nella dimensione, forma, colore di un neo o di un'area della pelle - conclude Rivero - . Non guardate solo le vostre braccia: il melanoma può colpire in qualunque punto del corpo".

I dati. Nel 2014 sono stati 12mila i nuovi casi di melanoma in Italia, 230mila nel mondo. Sempre in nel nostro paese, negli ultimi 15 anni i casi sono raddoppiati e più di recente nessun altro altro tipo di tumore ha registrato incrementi così forti. L'esposizione non protetta ai raggi UV del sole e il crescente uso di lampade abbronzanti e lettini solari sono il principale fattore di rischio.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione