Capelli nati da cellule staminali Nuovo studio per battere le calvizie


31 gennaio 2015 - 07:45Rassegna stampa


Gli scienziati hanno fatto ricrescere i capelli sui topi partendo da cellule staminali umane. Buone speranze per applicare la tecnica anche sull'uomo

Trovare una cura efficace contro la calvizie è una sorta di Sacro Graal per gli scienziati di tutto il mondo. Infatti ogni uomo di una certa età conosce la sensazione: controllare ansiosamente ogni mattina allo specchio l'attaccatura dei propri capelli per captare segni di calvizie, un problema che colpisce circa la metà dei 50enni nel mondo occidentale. Ma che potrebbe essere archiviato grazie a una scoperta del Sanford-Burnham Medical Research Institute di San Diego, California. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Plos One.

L'utilizzo di staminali umane

Gli scienziati della struttura di ricerca medica indipendente e senza scopo di lucro sono infatti riusciti a crescere nuovi capelli utilizzando cellule staminali umane, riporta il Telegraph on line. Nei precedenti tentativi di creare cellule della papilla dermica - che sono di vitale importanza per la formazione del follicolo pilifero - gli studiosi hanno finora isolato cellule sane e le hanno poi messe in coltura per aumentare il loro numero. Il problema è che le papille dermiche diventano meno efficaci quando vengono moltiplicate. Ma producendole dalle cellule staminali si riesce a eludere il problema, e la tecnica ha già portato a risultati positivi sui ratti: gli studiosi sono infatti riusciti a far crescere con successo nuovi capelli sui topi dopo aver utilizzato cellule staminali umane.

Il futuro

Ora Alexey Terskikh,che ha guidato lo studio del Sanford-Burnham, spera che la procedura possa portare presto a trapianti di capelli più efficaci negli esseri umani. «Il nostro metodo basato sulle staminali offre una fonte inesauribile di cellule dal paziente stesso per il trapianto e non viene limitato dalla disponibilità di follicoli piliferi. Il nostro prossimo passo sarà quello di trapiantare le cellule della papilla dermica derivate dalle cellule staminali umane pluripotenti in esseri umani». Di soluzioni contro le calvizie, studi e rimedi ne abbiamo già scritto molte altre volte. Speriamo che questa sia davvero la volta buona.

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione