Candida, colpisce 7 donne su 10. E molte rinunciano al sesso


08 May 2014 05:39 Rassegna stampa


Otto italiane su dieci rinunciano al sesso per colpa della candida. È quanto emerge da un sondaggio online su 3mila persone della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO). La candida è un fungo comune, ma insidioso: se sottovalutato, può rovinare la serenità di coppia e il benessere fisico. È la Candida Albicans, responsabile della candidosi, uno dei più diffusi disturbi ginecologici: la sperimenta almeno una volta nella vita il 70% delle italiane, e ci fanno i conti il 28% delle adolescenti e il 25% delle mamme in dolce attesa. I sintomi sono prurito, dolore e perdite. E nell'83% dei casi mina decisamente la qualità di vita nel suo complesso: quando il fungo colpisce, 8 pazienti su 10 rinunciano ai rapporti sessuali. «La candida è un fastidioso problema che interessa sempre più sia donne che uomini - afferma Paolo Scollo, presidente della SIGO -. Il 76% delle italiane afferma che anche il partner ha avuto problemi con l'infezione micotica. Il disturbo, se non curato, può essere trasmesso e crea l'effetto "ping pong" nella coppia».

Sei regole da seguire

Stress, dieta troppo ricca di zuccheri e lieviti, vestiti stretti e biancheria sbagliata sono alcune delle principali cause della candida. Per prevenire ricadute, la SIGO raccomanda di seguire sei regole: lavare accuratamente la zona intima con detergenti a pH fisiologico (pH 4 o 5), evitando saponi aggressivi e deodoranti intimi; nella scelta della biancheria evitare fibre sintetiche o artificiali (utili gli slip in fibroina di seta, una fibra naturale che contrasta la colonizzazione del fungo); seguire una dieta varia ed equilibrata, ricca di frutta e verdura; utilizzare sempre il profilattico durante ogni tipo di rapporto sessuale; rivolgersi al medico se compaiono sintomi come bruciore, prurito, perdite, difficoltà a urinare e dolore durante il rapporto; non indossare indumenti eccessivamente aderenti.

Di Luigi Semeraro