Arrivano un nuovo botox e un nuovo acido ialuronico antirughe


26 ottobre 2011 - 11:47Rassegna stampa


Novità nel campo dei farmaci inettabili. Così è emerso dal 13° Congresso Internazionale di Medicina Estetica che si è appena concluso a Milano.

Con l'approvazione dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) fa il suo ingresso in Italia una nuova tossina botulinica, già diffusa negli Stati Uniti e in Europa. «Come la precedente, è un farmaco mio-rilassante che distende temporaneamente le rughe d'espressione della fronte e quelle tra le sopracciglia, chiamate glabellari» - dice Giovanni Salti, chirurgo estetico e docente Master Dermatologia Estetica presso l'Università di Firenze - «Questa tossina viene ottenuta da un ceppo batterico differente e, nonostante abbia caratteristiche strutturali simili all'altra, presenta diversi vantaggi».

Innanzitutto la durata: quella ufficializzata sul Riassunto delle Caratteristiche del prodotto è di cinque mesi (contro i quattro del botox «classico») e studi clinici hanno rilevato fino a sei mesi nel 31% dei pazienti. Anche l'azione è più rapida: in media dopo due-tre giorni, mentre l'altra tossina circa impiega sei-sette giorni per manifestare il suo effetto. Non solo, l'efficacia si mantiene anche dopo cicli ripetuti di applicazione.

Ancora, Azzalure, questo è il nome del nuovo botox, ha una concentrazione maggiore: permette quindi di iniettarne una quantità inferiore, con meno rischi di eventuali lividi o ematomi. «L'efficacia di questa sostanza è già testimoniata da numerosi studi scientifici - continua Giovanni Salti - Oltre 5000 pazienti sono stati documentati per i meccanismi d'azione, sia a dose singola, sia ripetute e per gli aspetti della sicurezza e tollerabilità. Naturalmente, come per l'altra tossina, contano in modo prioritario la professionalità e la competenza del medico che la utilizza».

L'altra sostanza iniettabile che è stata presentata al Congresso di Milano è Glytone, un filler che attenua anche la formazione di rughe dall'interno, perché stimola la produzione di collagene. «Merito della sua composizione - dice Giuseppe Sito, chirurgo plastico, docente a contratto di Anatomia Umana Normale Facoltà di Medicina e Chirurgia della II Università di Napoli e della Scuola Superiore Post-Universitaria di Medicina a Indirizzo Estetico dell'Agorà di Milano - Associa un forma reticolata di acido ialuronico, che effettua un riempimento immediato, a una libera, in grado di favorire la sintesi di collagene. A queste forme di acido ialuronico si aggiunge il mannitolo, uno zucchero naturale che svolge diverse azioni positive: contrasta i radicali liberi e riduce la ritenzione dei liquidi dove si inietta. Non solo: ha una struttura in gel molto fluida che ne facilita l'utilizzo».

L'effetto riempitivo e volumizzante di Glytone dura un anno e può essere iniettato in ogni parte del viso, compreso il collo. E' stato approvato dalla Fda americana e in Italia il Ministero della Salute l'ha considerato affidabile e sicuro per autorizzarne l'immissione sul mercato. Come stabilisce la Consensus Conference Italiana sui dermal filler del 2007, significa che la sostanza «è stata oggetto di studi clinici affidati a centri accreditati pubblici e privati con pubblicazione dei risultati su rivista scientifica accreditata».

Inserito da segreteria SIDeMaST

La rassegna stampa contiene articoli di interesse dermatologico tratti da testate nazionali e non intende fornire una revisione critica né essere una fonte di notizie scientificamente validate. Si accettano (e sono bene graditi) commenti da parte dei soci esperti nel settore.

Lascia un commento sul sito e rispondi all'autore

I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dalla segreteria.

Eventi SIDeMaST

Stato iscrizione