Arrivano un nuovo botox e un nuovo acido ialuronico antirughe


26 Oct 2011 11:47 Rassegna stampa


Novità nel campo dei farmaci inettabili. Così è emerso dal 13° Congresso Internazionale di Medicina Estetica che si è appena concluso a Milano.

Con l'approvazione dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) fa il suo ingresso in Italia una nuova tossina botulinica, già diffusa negli Stati Uniti e in Europa. «Come la precedente, è un farmaco mio-rilassante che distende temporaneamente le rughe d'espressione della fronte e quelle tra le sopracciglia, chiamate glabellari» - dice Giovanni Salti, chirurgo estetico e docente Master Dermatologia Estetica presso l'Università di Firenze - «Questa tossina viene ottenuta da un ceppo batterico differente e, nonostante abbia caratteristiche strutturali simili all'altra, presenta diversi vantaggi».

Innanzitutto la durata: quella ufficializzata sul Riassunto delle Caratteristiche del prodotto è di cinque mesi (contro i quattro del botox «classico») e studi clinici hanno rilevato fino a sei mesi nel 31% dei pazienti. Anche l'azione è più rapida: in media dopo due-tre giorni, mentre l'altra tossina circa impiega sei-sette giorni per manifestare il suo effetto. Non solo, l'efficacia si mantiene anche dopo cicli ripetuti di applicazione.

Ancora, Azzalure, questo è il nome del nuovo botox, ha una concentrazione maggiore: permette quindi di iniettarne una quantità inferiore, con meno rischi di eventuali lividi o ematomi. «L'efficacia di questa sostanza è già testimoniata da numerosi studi scientifici - continua Giovanni Salti - Oltre 5000 pazienti sono stati documentati per i meccanismi d'azione, sia a dose singola, sia ripetute e per gli aspetti della sicurezza e tollerabilità. Naturalmente, come per l'altra tossina, contano in modo prioritario la professionalità e la competenza del medico che la utilizza».

L'altra sostanza iniettabile che è stata presentata al Congresso di Milano è Glytone, un filler che attenua anche la formazione di rughe dall'interno, perché stimola la produzione di collagene. «Merito della sua composizione - dice Giuseppe Sito, chirurgo plastico, docente a contratto di Anatomia Umana Normale Facoltà di Medicina e Chirurgia della II Università di Napoli e della Scuola Superiore Post-Universitaria di Medicina a Indirizzo Estetico dell'Agorà di Milano - Associa un forma reticolata di acido ialuronico, che effettua un riempimento immediato, a una libera, in grado di favorire la sintesi di collagene. A queste forme di acido ialuronico si aggiunge il mannitolo, uno zucchero naturale che svolge diverse azioni positive: contrasta i radicali liberi e riduce la ritenzione dei liquidi dove si inietta. Non solo: ha una struttura in gel molto fluida che ne facilita l'utilizzo».

L'effetto riempitivo e volumizzante di Glytone dura un anno e può essere iniettato in ogni parte del viso, compreso il collo. E' stato approvato dalla Fda americana e in Italia il Ministero della Salute l'ha considerato affidabile e sicuro per autorizzarne l'immissione sul mercato. Come stabilisce la Consensus Conference Italiana sui dermal filler del 2007, significa che la sostanza «è stata oggetto di studi clinici affidati a centri accreditati pubblici e privati con pubblicazione dei risultati su rivista scientifica accreditata».

Inserito da segreteria SIDeMaST