Acido fumarico per curare la psoriasi?


24 Feb 2016 09:18 Rassegna stampa


Molti pazienti ne parlano e chiedono informazioni, è quindi importante fare un pò di chiarezza.

Fumaderm è un farmaco a base di composti organici dell'acido fumarico, usato per la cura della psoriasi e della sclerosi multipla.

Per la psoriasi è venduto soprattutto in Germania e in altri paesi di lingua tedesca, dove è stato introdotto nel 1995.

L'azienda produttrice non ha commercializzato il prodotto in altri paesi Europei allora, né ha mostrato interesse a farlo più recentemente. Quindi il farmaco non è registrato in Italia (come in Francia, Spagna, Grecia, Olanda, paesi scandinavi e Regno Unito) semplicemente per il fatto che l'azienda produttrice non ha avuto interesse alla sua commercializzazione in questi paesi.

Del resto l'approvazione dell'impiego dei farmaci a livello europeo, concessa solo dopo che ne sono state dimostrate l'efficacia e la sicurezza, è un processo che è diventato molto complesso e costoso.

Quindi se un paziente italiano decide di farne uso, ad oggi, può ottenerlo (solo dopo aver ricevuto la prescrizione medica dal proprio dermatologo) pagandolo di tasca propria nelle farmacie svizzere o di San Marino o della Città del Vaticano. Il costo della terapia varia da circa 160 a 320 euro al mese, a seconda del numero di compresse necessarie al singolo malato, mediamente il costo è di 6.50 euro al giorno.

Fumaderm è un farmaco con un'azione simile al metotrexate, medicinale con un forte potere immunosoppressivo e antinfiammatorio che riduce la produzione di cellule della pelle e sopprime l'infiammazione tipica della malattia. Alcuni studi di confronto hanno concluso che rispetto al metotrexate (approvato e comunemente utilizzato in Italia), Fumaderm ha un'efficacia pari o leggermente inferiore. Non esistono invece indagini di confronto con altri farmaci impiegati nella cura della psoriasi.

Per quanto riguarda la sua sicurezza e gli effetti collaterali sappiamo che, come tutti i farmaci immunosoppressivi, Fumaderm aumenta il rischio di infezioni. Inoltre dà spesso (in una percentuale variabile fra il 30 e il 60 per cento dei pazienti) nausea, diarrea, dolori gastrointestinali tanto che in genere il dosaggio prescritto viene aumentato gradualmente per causare minori disturbi dando il tempo all'organismo di abituarsi.

Relativamente comune è poi una riduzione dei globuli bianchi del sangue.

Come il metroxetate, Fumaderm è un'opzione terapeutica utile nella terapia a lungo termine dei malati che soffrono di psoriasi cronica in placche . Tuttavia non essendo registrato e commercializzato in Italia non è prescrivibile attraverso il Sistema Sanitario Nazionale. Del resto in Italia esistono terapie di efficacia e sicurezza simili o superiori.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteCorriere della Sera
AutoriGiampiero Girolomoni
Link fonteLink articolo originale
Argomenti correlati psoriasi acido fumarico

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.