Prezzi farmaci e brevetti. Oms approva risoluzione italiana


30 Jul 2019 05:11 Rassegna stampa


L'Assemblea mondiale della sanità ha adottato la risoluzione proposta dall’Italia insieme ad Andorra, Brasile, Egitto, Eswatini, Grecia, India, Kenya, Lussemburgo, Malesia, Malta, Portogallo, Federazione Russa, Serbia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Sri Lanka, Uganda e co-sponsorizzata anche da Uruguay, Indonesia, Botswana e Algeria sul miglioramento della trasparenza dei prezzi di medicinali, vaccini e altri prodotti sanitari nel tentativo di ampliarne l'accesso. Dopo un lungo braccio di ferro, soprattutto con Germania e Giappone, con gli Usa a far da spettatore, è arrivato il via libera alla risoluzione proposta dall’Italia.

Rispetto alla versione originale risalta la scomparsa dell’obbligo per gli stati di redigere report annuali su prezzi, costi e unità vendute. La risoluzione appare un po’ depotenziata rispetto alla prima versione, ma in ogni caso ha il merito di tracciare una prima rotta agli Stati membri per arrivare ad una maggiore trasparenza. “La risoluzione – scrive l’Oms in una nota - esorta gli Stati membri a migliorare la condivisione pubblica delle informazioni sui prezzi effettivi pagati dai governi e da altri acquirenti per i prodotti sanitari e una maggiore trasparenza sui brevetti farmaceutici, i risultati delle sperimentazioni cliniche e altri determinanti del ‘pricing’ lungo la catena del valore da laboratorio a paziente”.

Inserito da segreteria SIDeMaST

Approfondimenti

FonteQuotidiano Sanità
Titolo originalePrezzi farmaci e brevetti. Oms approva la risoluzione italiana: Stati membri si dovranno scambiare informazioni sul costo effettivo delle terapie. Grillo: “Oggi è una data storica”
Link fonteLink articolo originale

SIDeMaST è su Facebook

Segui la pagina e diffondi la cultura dermatologica condividendo i contenuti.

Ti è piaciuto questo contenuto?